mercoledì 14 maggio 2014

Polline: l'integratore che ci regala la natura

Arriva la PRIMAVERA
Spesso con l'arrivo della signora Primavera ci sentiamo stanchi e ci svegliamo senza energie. Premetto che io soffro da sempre di pressione bassa e quindi mi sento davvero come uno straccetto.
Io applico alcune semplici regole che per esperienza trovo molto utili.

Toscana, Agriturimo 2012
Iniziando dalla colazione:
E' utile assumere un cucchiaino di polline. Io compro polline fresco che mantengo in frigorifero in un vasetto di vetro. Siccome non riesco a masticarlo da solo, lo mischio con della marmellata o con del miele. Per quanto riguarda il miele prediligo quello di Sulla che contiene tanti oligo elementi e non a caso è detto il miele dello sportivo.
A tal proposito "linko" il blog sulle api che è molto utile.

Personalmente compro questi tipi di Polline e Miele ma solo perché trovo un ottimo rapporto qualità-prezzo.



Riporto solo alcune proprietà portentose del polline:
Il polline e, prima di tutto, una ricca fonte di selenio che contrasta l’azione invecchiante dei radicali liberi e, in sinergia con la vitamina E, tonifica muscoli e cuore. Contiene anche un’alta dose di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e un aminoacido, la lisina, che  protegge il cuore.
Grazie alla vitamina C il polline aiuta inoltre a combattere infiammazioni e stress, a eliminare le tossine e a rafforzare mucose e capillari.
Un’altra vitamina ben rappresentata è la A sotto forma di betacarotene: protegge mucose, occhi e vista, sovrintendendo all’attività dell’ipofisi e alla regolazione del sonno. Il polline contiene aminoacidi, ferro, vitamine del gruppo B, acido folico, manganese e niacina, che rigenerano ormoni e tessuti nervosi. E’ presente anche la vitamina D, che protegge le articolazioni.
Altri due aminoacidi (tirosina e metionina) combinati con lo iodio sovrintendono al corretto funzionamento della tiroide. Lo zinco e l’acido glutammico, infine migliorano l’attività dei neuroni. 

In particolare:

  1. Stimola l’organismo e lo aiuta a prevenire le aggressioni microbiche, rafforzandone le difese.
  2. Regolarizza le perturbazioni funzionali, riequilibrando i metabolismi fragili.
  3. Ridona forza ai convalescenti, alle persone affaticate, indebolite, intossicate.
  4. Aiuta le persone che soffrono di anoressia a ritrovare l’appetito e riacquistare peso. E’ raccomandato in tutti i casi di decalcificazione, rachitismo, ritardi nella crescita, allattamento. È  anche un eccellente rimedio contro l’anemia.
  5. Combatte l’affaticamento intellettuale, la nevrastenia, l’astenia. Migliora l’attività del cervello, il lavoro intellettuale, la memoria.
  6. Regolarizza le funzioni intestinali, ristabilisce le funzioni dell’intestino perturbato da costipazione cronica o diarrea. Combatte la colite, gli stati fermentativi, è sussidiario nei trattamenti di colibacillosi, grazie alla sua azione attiva sui batteri intestinali patogeni. Il polline è l’alimento per eccellenza dell’intestino, lo si può definire ‘agente di polizia’ dell’intestino.
  7. Grazie alla rutina combatte efficacemente la caduta dei capelli.
  8. Aiuta a combattere l’invecchiamento precoce e la senescenza. Per gli uomini agisce in modo efficace contro l’ipertrofia della prostata. Alcuni autori riportano di azione ‘miracolosa’ in caso di adenoma prostatico. È  accertato che il consumo quotidiano del polline permette di guarire prostatiti gravi, ribelli ad ogni forma di trattamento. In molti casi, grazie alle sue proprietà decongestionanti e antiflogistiche, permette di evitare l’operazione alla prostata in uomini in cui l’asportazione di tale organo pare essere l’unico modo per porre fine alle sofferenze provocate dall’ipertrofia, che comprime l’uretra prostatica, impedendo alla vescica di svuotarsi.
Ieri, poi, facendo la spesa ho scovato tra i banchi frigo (io sono sempre attentissima a provare prodotti nuovi) ho trovato la Pappa Reale e lo yogurt alla Pappa Reale. Non ho resistito e ho dovuto comprarli. Tra qualche giorno li proverò e scriverò la mia recensione.
Li ho trovati al Carrefour e il costo è comunque molto contenuto: con  circa 3,70 euro si può assumere Pappa Reale per 20 giorni.




Durante la giornata bevo molto acqua e tisane. Preferisco tisane con liquirizia, perché si sa che la liquirizia alza un pochetto la pressione.
Prima di correre mangio un pezzetto di cioccolata (anche se devo dire che ogni occasione è buona per mangiarla). Se invece devo affrontare una lezione di spinning sciolgo una bustina di Magnesio nell'acqua. 

Se non si hanno particolari problemi di ritenzione idrica si può assumere anche un po' più sale del solito. Non è il mio caso ahimè perché ormai da anni combatto questa fastidiosissima nemica. Direi invece che l'acqua e zucchero è una credenza popolare perché almeno su di me non fa alcun effetto.