mercoledì 4 giugno 2014

Ammorbidente naturale: aceto e lavanda

Da tempo non utilizzo più l'ammorbidente classico, e i motivi sono essenzialmente il costo, la salute della mia lavatrice e della mia pelle. L'ammorbidente classico rilascia sui tessuti una patina che illude di dare una maggiore morbidezza (un pò come l'impacco per i capelli).
Come fare un ammorbidente a casa propria? Io utilizzo del semplicissimo aceto di vino bianco e delle gocce di olio essenziale di lavanda.
Basta introdurre un pò di aceto nella vaschetta dell'ammorbidente e un paio di olio essenziale. In alternativa si può preparare una soluzione in una bottiglia di plastica con aceto e 15/20 gocce di essenza (ricordarsi di sbattere bene la bottiglia prima dell'uso).
Io utilizzo l'olio essenziale della Swisscare che è molto concentrato. In realtà lo utilizzo anche per massaggiarmi quindi lo ho riciclato anche per l'ammorbidente.
I capi risultano pulitissimi, le fibre non hanno più una patina data dai residui e la lavatrice è più felice (anche in questo caso non ho più notato la classica patina gelatinosa).